☑︎ questa recensione è stata aggiornata l’ultima volta nel Maggio 2020

Se stai leggendo questo articolo, ti starai probabilmente chiedendo se Hostinger sia una compagnia di web hosting affidabile e se ci sia qualcosa sotto la loro promozione aggressiva sui prezzi.

In questa recensione finale, daremo un’occhiata più approfondita a Hostinger e risponderemo alle seguenti essenziali domande:

  • 🏆Dovresti scegliere Hostinger al posto di altri competitor?
  • 🔍Quale dei loro piani di hosting è il migliore per te?
  • 🔨E la loro app per creare siti, vale la pena provarla?
  • 💰Puoi ottenere un’offerta migliore su Hostinger?

Riguardo l’ultima domanda… allerta spoiler:

Alla fine di questa recensione potrai trovare un esclusivo codice promozionale che ti permetterà di risparmiare il 15% sul tuo ordine di Hostinger, in aggiunta a tutti gli sconti esistenti e le offerte speciali già presenti sul loro sito. Approfittane!

E comunque, quando a Hostinger decisero il nome del brand, probabilmente non avevano pensato ai diversi modi in cui sarebbe potuto essere scritto scorrettamente… quindi se ti trovi qui in seguito alla ricerca di hostenger o hosinger o persino hostiger sappi semplicemente che, sì, stiamo parlando della stessa compagnia, quindi ti trovi nel posto giusto :)

La Storia di Hostinger

Per darti un’idea di quanto sia grande Hostinger, ecco qui alcuni dati: la compagnia attualmente ha quasi 30 milioni di clienti non solo in USA, UK, India e Indonesia, ma anche in più di 170 paesi (cioè quasi ogni singolo paese nel mondo!).

E non ci sono segni di frenata; secondo i loro dati, Hostinger si sta ancora espandendo al ritmo di 1 cliente ogni 5 secondi.

In questo momento Hostinger usa hardware ad alte prestazioni per siti web in diversi datacenter in giro per il mondo. Rispettivamente, negli Stati Uniti, nel Regno Unito, nei Paesi Bassi, a Singapore e in Indonesia. Un datacenter aggiuntivo focalizzato sull’Est Europa è stato pianificato per il prossimo futuro.

Tuttavia, come puoi immaginare, Hostinger non è sempre stata il gigante internazionale che è oggi. Ha cominciato nel 2004 come modesta “Hosting Media” nel piccolo stato in rapido sviluppo della Lituania, localizzato nella parte nord-orientale dell’Unione Europea.

I fondatori di Hostinger non intendevano seguire la massa e creare un altro servizio di hosting qualunque, ma hanno basato la nuova compagnia su un’idea innovativa:

Le persone non vogliono pagare per il nostro marketing, solo per l’hosting: semplice, affidabile e il più economico possibile.

Dopo molti anni, questo principio rimane ancora al centro di quello che Hostinger mira a dare, e cioé servizi di alta qualità ad un prezzo prossimo allo zero.

Ma come fa Hostinger ad ottenere una simile competitività, ti potresti giustamente chiedere? In altre parole, come riesce a mantenere bassi i suoi prezzi e alta la qualità? Lo spiegherò in un attimo, ma prima, andiamo a vedere il prodotto stesso.

Quale Piano di Hosting È Quello Giusto per Te?

Vengono offerti diversi tipi di hosting sul sito ufficiale di Hostinger , ognuno con vari prezzi differenti. Questo rende la scelta di uno solo una sfida, considerato che esistono anche molti servizi e funzionalità aggiuntive inclusi gratuitamente a seconda del piano.

Rimbocchiamoci le maniche e proviamo a capire quali siano i componenti essenziali dell’hosting; questo ci permetterà di restringere il campo di scelta e arrivare alla conclusione finale.

Esamineremo ciascuno dei tre tipi di servizi di hosting di Hostinger, ma prima, dai un’occhiata a questa piccola tabella. Riassume le più importanti differenze tra i tipi di hosting e fornisce i casi d’uso più comuni.

Hosting Condiviso Hosting Business Hosting VPS
Facilità di utilizzo Facile Facile/medio Medio/difficile
Per chi? Individui e piccoli business Medi e grandi business Sviluppatori e programmatori
Livello di controllo Funzionalità base attraverso il pannello di controllo standard Funzionalità estese attraverso il pannello di controllo personalizzato Controllo completo, quasi come avere il tuo server personale
Prestazioni Sufficiente per siti web piccoli e medi Alte prestazioni per siti web più grandi e progetti online Medie o alte in base al piano
Spazio di crescita Rigido – necessità di aggiornare a un altro piano di hosting Flessibile – possibilità di aggiungere più risorse “al volo” Molto flessibile – controllo capillare sulle risorse
Prezzo Basso Medio Flessibile

Penso che anche da questa tabella, la differenza fra i tre tipi di hosting offerti da Hostinger sia molto chiara, ma daremo delle informazioni un po’ più dettagliate più sotto.

Prima di entrare nei dettagli però, abbiamo bisogno di comprendere un concetto chiave: il server. In poche parole, è un computer specializzato che raccoglie siti web e li mostra ai tuoi visitatori online:

Qualunque hosting è una raccolta di server, potenti computer che sono ottimizzati per stare online 24 ore su 24 e mostrare il tuo sito web a chiunque scriva il suo indirizzo sul proprio browser.

Quindi, i server sono essenzialmente il componente principale di ogni servizio di hosting, e possono essere usati in modi differenti a seconda delle richieste e del budget del cliente. Qui è dove i tre tipi di hosting entrano in gioco.

  • L’hosting condiviso è una versione base per coloro che hanno appena iniziato o vogliono testare i loro progetti online con il minimo della spesa. È chiamato “condiviso” perché ogni server contiene centinaia o perfino migliaia di siti web di vari clienti.

    Questo implica che le risorse di un singolo server sono usate in modo simultaneo da più siti, ottimo per siti che hanno un traffico moderato, ma può influenzare drasticamente le prestazioni di siti più grandi.

    La cosa positiva è che l’hosting condiviso è estremamente economico e molto facile da usare. Questo lo rende ideale per privati o piccole imprese che hanno appena cominciato il loro cammino nel mondo online.

  • L’hosting business è di tipo più avanzato, adatto per siti più grandi che si aspettano di avere un traffico giornaliero medio o alto (migliaia di utenti al giorno e oltre).

    L’hosting business (cloud) di Hostinger usa quella che è chiamata tecnologia cloud; le tue risorse informatiche non sono relegate a uno specifico server fisico, ma sono sparse attraverso più computer, cosa che garantisce una migliore stabilità e durabilità.

    Questo significa che le tue risorse di hosting sono isolate da tutti gli altri siti in questo caso, il che porta a prestazioni generali più elevate paragonate all’hosting condiviso.

    Tutti questi benefici hanno un costo, ovviamente l’hosting business è significativamente più costoso, con il piano più economico (“Startup” a 13,75€ al mese) che costa il doppio rispetto al più costoso piano condiviso (“Business” a 6,99€ al mese). In ogni caso, la seconda nominazione è decisamente confusionaria a mio avviso, ma adesso sappiamo costa aspettarci :)

  • L’hosting VPS è il tipo di hosting più flessibile e complicatoofferto da Hostinger. La sigla sta per “Virtual Private Server”, perché in questo caso un singolo server fisico opera in diversi ambienti individuali che non si scontrano l’uno con l’altro. È come avere il tuo server proprietario, solo che è una cosiddetta macchina “virtuale”.

    Una configurazione del genere permette la massima flessibilità, puoi fare tutto quello che vuoi con il vostro server virtuale, perché avrai un livello di controllo da amministratore sull’intero sistema.

    Il che si direbbe divertente, finché non scopri che otterrai un pannello di controllo per niente comodo con un piano di hosting VPS. In altre parole, sta a te organizzare ogni parte del tuo server virtuale.

    Ecco perché questo tipo di hosting è allo stesso tempo molto utile per professionisti che sanno esattamente cosa stanno facendo (come programmatori e web developer) e praticamente inutile per chiunque altro.

Date le caratteristiche specifiche di ogni tipo di hosting, posso darti un consiglio, e cioè che dovresti scegliere probabilmente il tipo condiviso. Perché? Perché, se stai rappresentando un grande business o una compagnia di web development, dovresti già sapere sapere tutto quello che ho menzionato nelle sezioni precedente.

A parte quel caso, immaginando che tu abbia bisogno di un hosting base, guarda quale dei tre piani Condivisi di Hostinger è la scelta più ragionevole.

Hostinger piani

Sulla pagina di hosting condiviso di Hostinger puoi vedere tre offerte: il piano Single, al costo di 0.80€ al mese, il piano Premium, a 2.15€ al mese, e il piano Business, a 3.45€ al mese. Credo sia impostante capire che queste sono promozioni speciali:

  • Puoi ottenere questi prezzi se ordinate il pacchetto da 48 mesi, quelli più brevi costano leggermente di meno (se chiedi a me, un pacchetto da 12 mesi di solito è più che sufficiente per capire se avete davvero bisogno di un sito e per testare il vostro progetto online).
  • Questi prezzi sono validi per la durata del pacchetto che hai ordinato, dopo il periodo di scadenza il tuo hosting verrà prolungato al costo normale.

Giusto per essere chiari, sono entrambe pratiche comuni tra le compagnie di hosting, quindi non c’è nulla di ambiguo con Hostinger da questo punto di vista.

Tutti e tre i piani condivisi sono equipaggiati con tutto ciò che è necessario per un inizio semplice, inclusi hardware e software ottimizzati, perciò ci focalizzeremo solo sulle differenze:

Single Premium Business
Numero di domini 1
Account email 1
SSL gratuiti inclusi? si
Backup settimanale giornaliero
Capacità di elaborazione 1x 2x 4x
Dominio gratuito? si si

Il piano Single ha pochissime funzionalità e potenza di calcolo che è sufficiente solo per i siti web più piccoli, mentre il piano Business aggiunge ben pochi benefici paragonato a quello Premium pur essendo due volte più costoso.

In altre parole, il piano Premium è il più bilanciato in termini di funzionalità, e cosa più importante è quello più economico con un dominio gratuito incluso.

Inoltre, è il piano più economico che offre backup automatici e capirai senza dubbio l’utilità di questa caratteristica la prima volta che accadrà qualcosa al tuo sito web :)

Per concludere, per la maggior parte delle persone e le piccole e medie imprese il piano Premium Web Hosting di Hostinger è la scelta più ragionevole. Nell’ultima parte della nostra recensione fornirò un esclusivo codice promozionale con un 15% di sconto in più per questo piano, rimani sulla pagina!

Domini Gratuiti e Scontati su Hostinger

Come abbiamo menzionato sopra, Hostinger consente di registrare nomi di domini gratuitamente, comunque, vale la pena tenere a mente che ci sono termini speciali per queste offerte e diverse condizioni che bisogna rispettare:

  • L’offerta sul dominio gratuito è valida solo per gli acquisti iniziali dei piani Premium o Business di hosting.
  • Avrai bisogno di scegliere almeno un piano di fatturazione annuale per attivare la promozione durante il checkout.
  • Il nome principale del dominio sarà automaticamente rinnovato al prezzo normale (circa 10.99€ per la maggior parte delle aree di dominio) dopo il periodo gratuito iniziale.

Se possiedi già un account di hosting su Hostinger, puoi acquistare separatamente molte estensioni popolari di domini per un prezzo vicino allo 0 (0.99€). Le aree di dominio attualmente incluse in questa fascia di prezzo comprendono .online, .website, .store, .tech, e .xyz una scelta più che decente per chi tra noi cerca la convenienza.

Se, dall’altro lato, hai già il nome di un dominio da un’altra parte, puoi sempre connetterlo con Hostinger e usare i loro servizi di hosting per quel dominio. Comunque, l’esperienza suggerisce che comprare entrambi i domini e fare hosting dallo stesso fornitore è una soluzione priva di scocciature; la fatturazione centralizzata è semplice e, francamente, l’intero processo di direzionare un dominio esterno sul tuo hosting può diventare alquanto complicato.

Le Nostre Impressioni sull’Uso di Hostinger

Per lo scopo di questa recensione abbiamo acquistato il piano Premium Web Hosting di Hostinger e testato a fondo. Ora vogliamo condividere le nostre esperienze con i lettori di questa guida.

Quando completi il tuo ordine, ottieni l’accesso al pannello amministratore dell’hosting; qui è da dove gestirai il tuo hosting account:

Hostinger offre un pannello amministratore personalizzato, creato dagli sviluppatori interni alla compagnia. L’abbiamo trovato parecchio facile da usare e da capire, paragonato ad alternative molto usate come cPanel o Plesk.

Tutto quello di cui hai bisogno è rappresentato da caselle con immagini e organizzato ordinatamente in gruppi per aiutarti a trovare i servizi più velocemente. Puoi anche usare la barra di ricerca in alto per un accesso più facile alle opzioni desiderate.

Se acquisti un dominio con il tuo hosting (sotto ti mostrerò come averlo gratuitamente), si attiverà automaticamente in breve tempo, e sarai in grado di iniziare a creare il tuo sito web.

Per quello, puoi usare l’Auto Installer per installare un sistema di gestione dei contenuti come WordPress, o usare il programma per creare siti web di Hostinger. Entrambe le opzioni sono accessibili dalla sezione Website del pannello amministratore dell’hosting.

Dopo aver provato questo programma “drag-and-drop” (che chiamano Zyro), possiamo concludere che non ne vale la pena: i template sembrano datati e a volte vanno in tilt quando li usi, ad esempio, questo è quello che ho ottenuto subito dopo l’attivazione:

Invece, raccomandiamo di installare WordPress (detto anche WP) usando la funzionalità dell’Auto Installer menzionata sopra. Ecco qui alcune delle ragioni per cui dovresti scegliere WP per il tuo primo sito web:

  • WordPress è il motore per siti web più popolare al mondo, quindi ci sono un sacco di tutorial gratuiti, guide e consigli per il suo utilizzo dappertutto su Internet!
  • Puoi ottenere migliaia di template gratis dal loro catalogo ufficiale (prova Bento, ad esempio; è multi-funzionale e facile da personalizzare).
  • Ci sono anche migliaia di estensioni per WordPress che ti permettono di aggiungere quasi ogni funzionalità immaginabile al tuo sito, da pulsanti per la condivisione sui social e altri moduli di contatto a layout “drag-and-drop”.

Al di là del prodotto in sé, un’altra parte davvero importante di ogni offerta è il supporto clienti che ottieni. Diamo un’occhiata a come se la cava Hostinger in questo ambito:

Il Supporto Clienti di Hostinger

Puoi chiedere aiuto al team di Hostinger in ogni momento del giorno, 24 ore su 24, attraverso la chat che è posizionata nell’angolo in basso a destra del pannello amministratore dell’hosting.

Per testare la qualità del supporto abbiamo posto loro delle domande in live chat: il tempo di risposta è stato super veloce (di solito qualche secondo), e il rappresentante di Hostinger era sempre amichevole, cordiale e d’aiuto. Usano perfino delle immagini di gattini per rallegrarti il morale mentre aspetti che scrivano la risposta :)

Oltre alla live chat, ci sono delle librerie gratuite di articoli utili riguardo tutti i prodotti e i servizi di Hostinger. Puoi trovarle cliccando sul link “Help” nel menu in alto del pannello di controllo dell’hosting. Contiene anche una lista delle domande chieste più di frequente; c’è una buona possibilità che il tuo problema sia già risolvibile da lì.

In generale, Hostinger è riuscita a superare le nostre aspettative in termini di qualità del supporto, specialmente dato che il loro hosting è davvero economico. Abbiamo visto molto di peggio anche da compagnie avversarie con prezzi più alti.

Rimborso dopo 30 giorni e Cancellare l’Account Hostinger

Se scorri la home della pagina ufficiale di Hostinger fino alla fine, vedrai un’offerta di rimborso sul tuo ordine durante il primo mese (30 giorni per essere precisi) dopo aver effettuato il pagamento. Sebbene una garanzia di rimborso sia una caratteristica lodabile per ogni hosting provider che si rispetti, bisogna attenzionare alcune piccole clausole per essere sicuri che tu sia cosciente delle conseguenze dell’aver richiesto il rimborso:

  • Le nuove registrazioni dei nomi dei domini possono essere cancellati soltanto dopo 4 giorni (96 ore) dopo aver completato la transazione. Nonostante sembri un cavillo importante, questa condizione è in realtà molto lucrativa per i clienti di Hostinger, dato che la maggior parte dei grandi hosting provider non offrono affatto rimborsi sui nuovi domini.
  • Considerato questo punto, c’è comunque una lunga lista di domini che non supportano alcun rimborso; questi riguardano per lo più tutte le estensioni di specifici paesi e regioni, e anche altre più generiche come .mobi e .info.
  • Alcuni altri prodotti che non sono considerati nella garanzia di rimborso di 30 giorni sono i rinnovamenti dei domini, i pacchetti di protezione della privacy e gli strumenti SEO, il che è un po’ fastidioso ma anche comprensibile dal punto di vista di un hosting provider. In ogni caso, la maggior parte delle funzionalità essenziali, incluso l’hosting stesso, sono rimborsabili all’interno della garanzia.
  • Per finire, non puoi rimborsare nessun acquisto fatto usando criptovalute (si, Hostinger consente di pagare i tuoi ordini usando i tanto discussi Bitcoin, Ethereum, Litecoin, e molte altre monete popolari). Questo è principalmente relativo al fatto che i prezzi di tali valute cambiano drasticamente anche in un periodo di tempo molto breve, rendendo i rimborsi un affare rischioso per un gigante come Hostinger. Almeno questa è la spiegazione ufficiale fornita nei loro termini e condizioni.

D’accordo, che succede se decidi di cancellare il tuo account dopo I 30 giorni? Per esempio, non hai più bisogno dell’hosting perché hai sospeso il tuo corrispettivo progetto web. Puoi facilmente disattivare i piani di hosting e i domini attraverso il tuo pannello di controllo, ti basta cercare l’opzione “Disattiva account” che ha un grande segnale rosso di stop:

È abbastanza interessante che, mentre i servizi individuali vengono facilmente cancellati e rimossi, Hostinger non offer un modo diretto per eliminare completamente un account personale con la compagnia (citando “ragioni di sicurezza”).

Sebbene questo non dovrebbe creare alcun problema reale una volta che hai disattivato tutti i servizi in quell’account (non ti verrà più addebitato nulla), per quelli che vogliano fare una pulizia approfondita da sé, c’è una strategia che potrebbe funzionare: basta chiedere al supporto di Hostinger di cancellare l’account.

Se sei in Unione Europea, puoi persino scrivere parole come GDPR per essere sicuro che la tua richiesta venga soddisfatta; gli abitanti di altre regioni dovranno affidarsi più alla buona volontà della compagnia.

Cos’Altro Vuole Sapere Internet Riguardo Hostinger?

Prima di andare a riassumere i punti forti e quelli deboli di Hostinger, ecco qui una raccolta delle domande più frequenti che abbiamo letto sul web e tra i nostri commenti:

Hostinger è davvero gratuita? Be’, non più… Ma cosa intendiamo con questo? Fatto curioso, lo è stata, come parte dei suoi primi tentativi di conquistare velocemente vari mercati internazionali, ma ad oggi è un hosting a pagamento, sebbene uno con una strategia low-cost molto aggressiva.

Hostinger è buono per WordPress? Assolutamente. Possiamo facilmente chiamarla una delle migliori opzioni qualità prezzo per un sito WordPress self-hosted (controlla la nostra classifica degli host più “economici” in giro per il web).

Hostinger è affidabile? In breve, si, decisamente. La risposta più lunga è che per una soluzione di hosting al dettaglio che costa una frazione di quello che altri grossi provider ti fanno pagare, Hostinger è sorprendentemente ben equipaggiata per darti un hosting senza interruzioni con protocolli di sicurezza efficaci al suo interno.

Pro e Contro di Hostinger

Ora che abbiamo esaminato i prodotti e servizi di Hostinger, assieme al supporto clienti, andiamo a riassumere gli aspetti positivi e negativi. Cercheremo di essere il più oggettivi possibile:

  • Grande rapporto qualità prezzo: costi molto competitivi per tutti i pacchetti di hosting, come dice la stessa Hostinger, “paghi solo per l’hosting, non per il marketing”
  • Offerte flessibili per ogni tipo di cliente, da persone fisiche e piccoli business (hosting condiviso) a grandi compagnie (hosting business) e programmatori professionisti (hosting VPS)
  • Garanzia del 99.9% di tempo di attività; in sostanza, Hostinger promette che il tuo sito web sarà disponibile online tutto il tempo. I numeri vengono tradotti in un massimo di 44 minuti di disservizio al mese, che in realtà sono praticamente 0 secondo i nostri test
  • Puoi ottenere il nome di un dominio gratuito con l’acquisto del tuo hosting se scegli almeno un pacchetto da 12 mesi
  • Facile da usare, pannello amministratore dell’hosting unico sviluppato dal team di Hostinger specificamente per i clienti della compagnia
  • Puoi installare WordPress in pochi semplici click usando la funzione Auto Installer dal pannello di controllo
  • Grande libreria di contenuti informativi riguardo l’uso dei prodotti di Hostinger, disponibile gratuitamente per tutti i clienti
  • Supporto di prim’ordine da un team amichevole e veloce che è sempre pronto a risolvere i tuoi problemi 24 ore su 24
  • Programma di creazione di siti web mediocre con template datate ed errori occasionali quando si cambia da una template all’altra – raccomandiamo di usare WordPress
  • Nessuna possibilità di supporto telefonico; dovrai invece usare la chat live, l’email o il modulo di contatto

Prima di finire questa recensione con una conclusione e un verdetto (dovresti usare Hostinger?), ecco qui una guida passo passo per ottenere un 15% di sconto addizionale sul tuo acquisto di Hostinger:

Bonus: Codice Promozionale di Hostinger -15%

Siamo molto felici di mostrarti come risparmiare ancora di più usando il nostro coupon esclusivo del 15%. Segui i semplici passi qui sotto per ottenere uno sconto aggiuntivo sul tuo acquisto di Hostinger.

Dato che abbiamo concluso precedentemente che i 12 mesi del piano condiviso Premium sono la scelta più ragionevole nella maggior parte dei casi, useremo quello come esempio per questa guida.

  1. Vai sulla pagina speciale che abbiamo creato in collaborazione con Hostinger cliccando sul pulsante sottostante (verrà aperta una nuova finestra automaticamente):

    Ottieni il 15% di sconto su Hostinger

  2. Sotto Premium Web Hosting (cioé l’opzione in mezzo), clicca sul grosso pulsante rosso “Inizia”. Questo ti porterà alla pagina di configurazione.
  3. Clicca per scegliere il pacchetto di 12 mesi (questo è il piano più economico che ti da il nome di un dominio gratuito, quindi non vale la pena scegliere quello di 3 mesi).
  4. Nella sezione del dominio sottostante, scrivi il nome del domimio sottostante, scrivi il nome del dominio che vuoi. Potresti aver bisogno di provare diverse volta prima di trovare quello che è disponibile.
  5. Sebbene sia un’opzione, raccomandiamo fortemente di selezionare la casella del “certificato SSL”; non costa molto, ma renderà il tuo sito più sicuro e affidabile. Se hai un SSL, il tuo sito mostrerà anche un marchio di sicurezza verde sulla barra di indirizzo del browser.
  6. Tutte le altre cose nella pagina non sono essenziali; puoi ovviamente includerle lo stesso, ma non avrai problemi anche senza di esse. A questo punto è così che la tua pagina di configurazione dovrebbe apparire:

    Hostinger coupon

  7. Adesso guarda sul lato destro della pagina e trova il testo grigio chiaro che dice “Hai un codice promozionale?”. Dovrebbe essere posizionato proprio sopra il totale della somma dell’ordine. Quando clicchi sul link accanto ad esso, un nuovo campo apparirà al suo posto. Scrivi il codice seguente:

    SPECIAL15
  8. Dopo aver digitato il codice, clicca sull’icona del + a destra (dovrebbe diventare di colore viola). Vedrai un messagio che dice che il coupon è stato applicato con successo, e un nuovo sconto apparirà sul tuo ordine!
  9. Congratulazioni! Hai appena risparmiato un 15% aggiuntivo sul tuo acquisto di Hostinger, rendendo il prezzo finale ancora più conveniente.

Nel caso che il codice promozionale sopra menzionato non dovesse funzionare, facci sapere nei commenti sotto; investigheremo e faremo del nostro meglio per far sì che tu ne riceva uno funzionante.

Il Nostro Verdetto e le Recensioni degli Utenti

Dopo aver esaminato Hostinger da tutti gli angoli possibili e usato i suoi servizi per un po’ di tempo, possiamo concludere che è decisamente valida da considerare per il tuo progetto web: buona qualità prezzo, semplicità, facilità di utilizzo e supporto efficiente sono tutto ciò di cui hai bisogno per creare e gestire il tuo sito.

Per chi deciderà di andare con Hostinger per il loro progetto online, abbiamo mostrato sopra come risparmiare il 15% in più sul tuo ordine usando il nostro esclusivo codice promozionale. Non è molto, considerando che Hostinger è già molto economico, ma è comunque un bel bonus, giusto?

***

Stai pianificando di usare Hostinger, ma non sei ancora sicuro se dovresti farlo o quale piano scegliere? O stai già usando Hostinger e vorresti condividere la tua esperienza? In ogni caso, partecipa alla discussione nella sezione dei commenti sottostante, aiutiamoci a vicenda!

Informativa sulle affiliazioni: crediamo che sia giusto farti sapere che alcuni link in questa recensiona sono link affiliati, cioé otteniamo una piccola commissione quando qualcuno acquista un piano di Hostinger attraverso di essi. Questo non influenza il prezzo che ottieni sulla tua offerta di Hostinger, ovviamente.

Discutiamone!

1 comment

ho provato recentemente il piano standard di hostinger, devo dire che il sistema di cache litespeed fà veramente bene il suo lavoro, ho ottenuto tempi di risposta molto buoni, nonostante ho una potenza di calcolo minore rispetto agli altri ho ottenuto un tempo di caricamento di 329ms, per quasi 50€ per 4 anni chi ti dà questi risultati?